Penny Dreadful: City of Angels 1×07 – recensione

L’episodio 1×07 di Penny Dreadful: City of Angels era intitolato “Maria and the Beast“. Brutta bestia Magda.

In questo articolo parlavamo dello scorso episodio, ed è già passata una settimana. La fine è vicina, ma i dubbi sono più consistenti che mai. C’è qualcosa, in tutta questa articolata storia, che ancora non torna. E siamo tutti in attesa di un finale di stagione che ci sorprenderà. Guardando i primi episodi dicevamo un sacco di cose. E tra quelle, ce n’era una più evidente. Maria era il vero collegamento terreno con quel poco, ma sostanzioso, di soprannaturale che c’è nella serie. Maria è la vera protagonista di questo capitolo, in cui ha stuzzicato il can che dorme.

Cosa è successo nell’episodio 1×07 di Penny Dreadful: City of Angels? Il Nazismo e i demoni hanno preso il sopravvento, e sono una coppia invincibile.

QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER SU PENNY DREADFUL: CITY OF ANGELS, NON CONTINUARE A LEGGERE SE NON HAI ANCORA VISTO LA SERIE.

Penny Dreadful: City of Angels 1×07 – trama

Ripartiamo da dove ci eravamo lasciati. Diego ha confessato gli omicidi e la città sembra andare avanti. Ma non Tiago, che vive con un peso non indifferente nell’animo. Confida il suo stato di pressione a Molly, pur non rivelandole il fatto vero e proprio. Poi i due passano la giornata insieme, e sembrano più innamorati che mai.

Molly e Tiago

Mateo raggiunge sua sorella in strada, l’unica di cui ancora si fida. Ma Josefina gli parla come farebbe Sorella Molly, e lui si spaventa. Non ha bisogno di fede, ma di un aiuto concreto, da parte di una persona a lui cara. La ragazza di casa Vega resta fedele alla sua nuova passione, e Mateo si sente costretto ad allontanarsi. Anche il resto della famiglia sembra non accettare il nuovo impegno di Josefina. Sua madre la implora di trattenersi per cena, invece di andare in chiesa. Ma la situazione degenera, Josefina se ne va, e Maria implora Raul di riprendere in mano la sua vita, e di riprendere una certa posizione in casa.

Nel frattempo Lewis guida una delle sue indagini indipendenti e scopre che Brian ha nuovi contatti con i nazisti. Dottie raggiunge di nuovo il ragazzo al tavolo del locale, ma lui mente, offuscato dalle parole dei cattivi. Lewis, che li raggiunge, cerca di farlo ragionare. E forse insieme ci riescono.

Per tutto l’episodio, Tiago è soggetto alle intuizioni di Lewis, che lo trascina letteralmente verso la verità. E alla fine della questione, è proprio così che i cattivi del racconto si riuniscono. Alex con Townsend, la morbosa mamma di Molly e i nostri cari nazisti si siedono a un tavolo. Non sentiamo ciò che dicono, ma stanno sicuramente parlando della solita fine del mondo.

City of Angels and the Beast

Nel frattempo, il dottor Craft ha esiliato sua moglie ed è pronto ad accogliere Elsa e la sua finta prole. Come in un vecchio film horror, il demone arriva con molti bagagli a casa Craft.

penny dreadful city of angels 1x07
Elsa e Frank arrivano a casa Craft

Facendo la conoscenza di Maria, Elsa rivela la sua posizione. Non lo dice chiaramente, ma vuole allontanare la donna il più possibile dalla casa, facendo leva sul vittimismo agli occhi di Peter. Il dottore si confida con Maria, che però non gli mostra il suo disappunto. Nonostante ciò lei sa che c’è qualcosa che non va. Lei lo sa sempre. E lo sa anche il piccolo Tom, letteralmente terrorizzato dall’inquietante estensione di Elsa. I due sono costretti a condividere la cameretta e a diventare “fratelli”, in tutto ciò il dottor Craft sembra non notare nulla di strano.

Alex ha un confronto con Beverly, che vuole fare chiarezza sul suo passato. Lei sentendosi intimorita è pronta a tagliare il problema alla radice. La presenta a Townsend come una minaccia per il lavoro elettorale, e fa in modo che sia lui a decidere di eliminarla. Ricorrere ai nazisti è sempre il modo più efficace per ammazzare qualcuno.

Maria, mortificata dal comportamento di Elsa e distrutta per aver assistito allo sgretolamento della sua famiglia, si inginocchia ai piedi di Santa Muerte. Le due hanno una conversazione molto breve, interrotta sul nascere dall’apparizione di Magda. Maria si prende gioco di lei, e non si capisce chi sta seducendo chi. La matriarca Vega scaccia il demone da casa sua, ma non ha idea di quale sia il gioco a cui ha appena iniziato a giocare.

Penny Dreadful: City of Angels 1×07 – recensione

Nelle primissime immagini il blocco dei quotidiani viene lanciato a terra. Le macchine si muovono serene nel solito traffico, e il cielo è più azzurro che mai. Dopo la confessione di Diego, tutte le pedine sembrano essere ritornate al punto di partenza. Ma Tiago ha un segreto, ed è troppo buono per tenerlo nascosto. Noi lo sappiamo bene, che questa non è propriamente la città degli angeli.

penny dreadful city of angels 1x07
Maria nella scena iniziale

Maria si affaccia sull’autobus, con uno sguardo languido su un lugubre cimitero, e la vede. Elsa si innalza dal prato verde, immobile e immortale tra le lapidi. Le due si scambiano uno sguardo e ci preannunciano le vicende. Saranno testa a testa a partire da ora, e chissà fino a quando.

Tiago e Molly sembrano invincibili, e si scambiano un bacio in penombra sulla rampa delle scale. Auto immortalandosi in una locandina noir anni ’20, di uno di quei film dove alla fine uno dei due muore. Ma ora la competizione è pari, Molly non sa e Tiago non sa. Un fratello e una madre possono essere grandi segreti, a volte.

Magda è più cattiva che mai, e rende il suo viscidume al massimo in ogni interpretazione. Quella di Elsa è forse la peggiore, perchè è impersonata in modo più debole, ed è proprio con le debolezza umane che gioca. In ogni modo, in tutte le sue forme bisbiglia sonoramente, e fa quello che i nazisti fanno. Prende gli indifesi, li trae nel suo pungo, e poi stringe la presa. Due entità che si somigliano, che si appoggiano, e che si invidiano a vicenda.

Dottie dice che al mondo ci sono uomini che creano e uomini che distruggono. Purtroppo troppo spesso, i veri malvagi fanno entrambe le cose. Creano aspettative, legami, influenze e menzogne. Poi, al punto giusto, calpestano le proprie vittime distruggendo ogni cosa. Questo ha fatto Elsa, e questo hanno fatto i nazisti.

L’odio che ci corrompe

Alex, dall’alone grigio e spento che si porta dietro, è ancora la più vipera. Beverly le chiede se pensa davvero che gli Stati Uniti d’America, siano tanto stupidi da votare per un Presidente razzista e megalomane.

Ce lo chiedevamo anche noi, qualche anno fa.

Magda è Alex

Il riferimento non è affatto velato. Uomini e donne arrabbiati asseconderanno sempre i più vili. Così, Beverly è stata l’unica a chiedersi ciò che ci chiedevamo noi. Da dove è arrivata Magda? In che momento si è insinuata nei vari contesti? Ed è possibile che nessun altro noti qualcosa di strano?

Dunque, una bella A+ ai piccoli interpreti, minuziosamente perfetti nei loro minori ma importantissimi ruoli. Anche Daniel Zovatto è in crescita, nei panni dell’agente Vega. Ma c’è un pensiero che non riesco a togliermi dalla testa. Arrivati all’episodio 1×07 di Penny Dreadful: City of Angels, mi sento di dire che se al suo posto ci fosse stato un qualsiasi altro protagonista, fondamentalmente non sarebbe cambiato molto. Un volto facilmente sostituibile, in confronto per esempio a una Magda, a una Santa Muerte e persino a un Mateo.

Il primo episodio della serie ci sembra così lontano, e lo sembra anche agli occhi di Maria, che nel suo giardino ripensa ai bei momenti. Non è più accettabile una violenza del genere: è ora di rimettere in piedi la famiglia. E che fa Maria ogni volta che è allo stremo? Invoca Santa Muerte. E menomale, perchè vogliamo vederla decisamente più spesso.

Maria invoca Santa Muerte

Il confronto tra le due sorelle è stupefacente, e non riusciamo a capire come Maria faccia a rimanere tanto impassibile. Santa Muerte, evidentemente addolorata e in preda a un profondo senso di colpa, se ne va. Così si dimena verso l’oscurità, sporcando la coda del suo vestito, trascinato fino a sparire. Ed è proprio così che trascina via con sè ogni errore, ogni disgrazia e ogni fallimento. Dietro ogni Magda c’è sempre una Santa Muerte che l’ha creata. E anche il demone più malvagio, difficilmente si alimenta da solo.

Penny Dreadful: City of Angels 1×07 è stato un episodio che ha tracciato una via e ha mosso un netto passo avanti. A tre capitoli dalla fine, sono poche le cose già chiare e il clima è sempre più teso. Quindi facciamo come al solito, ammazziamo il tempo aspettando una nuova settimana.

Questo è il trailer del prossimo episodio, intitolato “Hide and Seek“, in preda all’orrore e ai più disparati e disperati tentativi di sopravvivenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *