Agents of SHIELD 7×10: recensione del burrascoso episodio

Più del precedente episodio 7×09, questo capitolo della bellissima serie Marvel ha un ruolo di transizione verso il gran finale. In questo show, non esistono però episodi di passaggio fini a sè stessi. E difatti, nonostante il ruolo formale di questa puntata, gli eventi sono stati tanti e anche un po’ inaspettati. Un nobile (e odiato) ritorno, una romantica citazione a The Avengers (2012), drammi familiari e rapimenti spaziali. Benvenuti allo SHIELD. Questa è la recensione dell’episodio 7×10 di Agents of SHIELD che ci catapulta verso una fine epica che nessuno di noi vuole ancora guardare.

QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER SU AGENTS OF SHIELD 7, NON CONTINUARE A LEGGERE SE NON HAI ANCORA VISTO LA SERIE.

Agents of SHIELD 7×10: recensione

In un episodio che si muove nel mezzo tra una seconda e una quinta stagione di questo show, ne sono successe delle belle. I personaggi ci ricordano inevitabilmente il secondo ciclo di puntate, dove la principale preoccupazione dei nostri amici era “semplicemente” l’Aldilà. Difatti, compaiono molte vecchie glorie, Garrett, Jiaying e Gordon, che sembrano però muoversi nel contesto della quinta stagione, quando per la prima volta scoprivamo lo Spazio a bordo dello Zephyr.

agents of shield 7x10 recensione
Jiaying e Daisy nell’episodio

Se all’inizio dell’avventura, gli agenti tentavano in ogni modo di preservare la linea temporale, ora la faccenda è leggermente sfuggita di mano. Morti che non dovevano presentarsi e vite che non dovevano verificarsi. Sta cambiando ogni cosa, ma ancora non sappiamo con certezza quale piega definitiva stia prendendo la realtà alterata. Chi potrebbe più risentirne è ovviamente Daisy, che ha assistito alla morte di sua madre, di nuovo.

Ancora non sappiamo nemmeno che tipo di potenzialità possa avere Kora nel racconto e soprattutto all’interno dello SHIELD. Dopo averla vista allenare i suoi poteri con dei bicchieri pieni d’acqua esattamente come era successo a Daisy, rivediamo la stessa scena rimessa in pratica da quest’ultima proprio di fronte a sua madre.

I riferimenti al MCU

I numerosi riferimenti di Agents of SHIELD ai film Marvel, massicci nei primi anni, si sono poi affievoliti con il tempo pur mantenendo una certa costante. Allo stesso modo, in questa stagione in particolare le citazioni sono state numerose nei primi episodi e poi si sono perse di nuovo.

In questo episodio è Garrett a chiedere a Coulson notizie di Loki:

Quello con i capelli lunghi che ti ha trafitto con la lancia.

Coulson muore di fronte a Nick Fury in The Avengers

Si riferisce ovviamente all’epico momento di The Avengers (2012) quando Loki trafisse Coulson portandolo alla morte. Senza quell’azione, non solo i supereroi non si sarebbero uniti per salvare il mondo, ma non sarebbe mai nato Agents of SHIELD.

Un episodio importante, ma che piuttosto che chiarire, infittisce le aspettative. Vedremo finalmente Fitz? Riusciranno a far parlare Jemma? Che fine farà Deke per difenderla? E quale sarà la sorte di Daisy dopo che il suo passato è cambiato definitivamente? Forse non siamo ancora davvero pronti per scoprirlo.

Questa era la recensione dell’episodio 7×10 di Agents of SHIELD, questo invece è il trailer della prossima puntata, intitolata Brand New Day.

Te cosa pensi della stagione finale di questa meravigliosa serie tv? Lasciaci un commento!

E se ti va, scopri tutti i personaggi di Agents of SHIELD tratti dai fumetti Marvel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *