Le migliori serie tv che possiamo vedere solo in lingua originale

Forse sei uno di quelli che non riesce ad aspettare mesi di doppiaggio: sei al pari con le programmazioni originali perchè hai troppa fretta di vedere come cuoce la frittata. Ti comprendo, io sono come te. Il nostro è un comportamento che fa discutere molti, quei molti, moltissimi, che invidiamo. Perchè hanno la pazienza di continuare a vivere senza guardare quelle puntate, pur sapendo che quelle puntate già esistono sul nostro piano della realtà. Come avrai capito, faccio delle serie tv una faccenda molto seria. Esistono poi dei prodotti che non riescono a trovare in Italia un buon partito che li trasmetta, oppure non piacciono alla massa e di conseguenza non si trovano i soldi per un doppiaggio. Peccato. Sto parlando di alcune serie tv che puoi guardare solo in lingua originale, perchè non sono mai state doppiate.

Serie tv, che nonostante tutto, se non hai problemi con i sottotitoli, dovresti provare a guardare.


UTOPIA

Utopia è la regina di questa categoria, la serie tv che più inspiegabilmente non ha mai ottenuto un doppiaggio italiano. Neanche dopo che la nostra famosissima saga di Smetto quando voglio, ha trovato l’ispirazione visiva dichiaratamente da questo show. Se avete visto i celebri film, ricorderete sicuramente il particolare gusto fotografico caratterizzato da colori sgargianti e fluorescenti. Una mossa visiva con cui il regista ha volutamente omaggiato la meravigliosa Utopia.

Un’intricata storia di cospirazioni che legano cinque copie di un bizzarro fumetto, e altrettante persone, a una potenziale arma di distruzione di massa. I cinque casuali prescelti saranno soggetto delle ricerche del misterioso e letale Mr. Rabbit, il terribile capo dell’organizzazione chiamata The Network. Ad aggiungersi al gruppo c’è anche Jessica Hyde, ricercata dall’organizzazione a cui sembra legata in modo ancora celato.

Thriller, cospirazione, azione, dramma, investigazione. Utopia è un concentrato di adrenalina pura, personaggi assurdi assemblati per caso, una fuga da tachicardia attraverso paesaggi inglesi mozzafiato. Una fotografia eccezionale consacra definitivamente lo show, dai colori accessi e contrastanti e dai piani sequenza perfetti.

Utopia è una delle serie tv in lingua originale che non dovresti perdere.


RIPPER STREET

Ripper Street è una delle serie tv ambientate nell’800 tra le migliori che puoi trovare in circolazione. Purtroppo in Italia è stata doppiata solo la prima stagione delle cinque realizzate, un vero peccato per un gioiellino così.

Lo show è fondamentalmente un giallo in costume che segue le vicende della stazione di polizia della divisione H a Whitechapel, in periferia di Londra. Ammetto di avere un debole per l’Inghilterra vittoriana, ma non ho guardato Ripper Street solo per accontentare un gusto. Oltre ad avere delle ottime scenografie e una ricerca dei costumi d’epoca eccezionale, Ripper Street propone anche una trama molto più che avvincente, plasmata inizialmente intorno alla figura di Jack lo Squartatore. Inoltre, gli episodi autoconclusivi fanno uso dei personaggi e dei vari omicidi per raccontare più aspetti della vita dell’epoca.

Una quotidianità da scoprire per le case e nelle strade ma anche, e soprattutto, nella Centrale. Dove Edmund Reid e Bennet Drake lavorano senza sosta alle prese con metodi del tutto lontani da quelli che conosciamo. Aiutati dall’americano Homer Jackson, medico legale abbandonato a tutti i vizi che un essere umano possa sopportare. Al trio si aggiungono anche le vicende della signorina Susan, proprietaria di un bordello nelle vicinanze.

Se ami le serie tv in costume Ripper Street potrebbe rivelarsi davvero un’ottima avventura, e soprattutto una travolgente serie tv da guardare in lingua originale.


CRASHING

serie tv lingua originale

Crashing è l’ennesima creazione di Phoebe Waller-Bridge, la sfavillante mente di Fleabag e Killing Eve. La serie tv in Italia è stata rilasciata da Netflix nel 2017, ma in versione sottotitolata.

La comedy segue le vicende di un gruppo di ragazzi vent’enni che convivono in un vecchio ospedale abbandonato. In cambio di un affitto concordato molto economico, devono svolgere il lavoro di custodi della struttura. Tra i personaggi sui generis appare anche Phoebe Waller-Bridge, come è solito apparire protagonista nelle sue creazioni. E come per tutte le altre sue creazioni, parliamo di una scrittura brillante, tempi comici perfetti e situazioni ai limiti dell’assurdo. Personaggi così diversi da creare comicità solo nel rapportarsi, aiutati da interpreti eccezionalmente sopra le righe. Tra cui anche l’adorabile Jonathan Bailey, recentemente visto nei panni del Visconte Bridgerton nell’omonima serie.

Solo sei episodi sono bastati a Crashing per diventare una delle serie in lingua originale da guardare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *